Le Regioni chiedono al Governo di riaprire gli impianti sciistici. Ma Boccia è cauto: “Valuteremo nel prossimo Dpcm se ci sono le condizioni”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato le linee guida per l’utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici da parte di sciatori amatoriali. E’ un documento che inviamo al Governo come contributo propositivo per non compromettere la stagione sciistica e per non creare un danno irreversibile all’economia della montagna dei nostri territori”. E’ quanto ha annunciato il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti.

“L’auspicio – ha aggiunto il governatore della Liguria al termine del vertice Governo-Regioni – è che, come accaduto in precedenza, il Governo voglia condividere con le Regioni i necessari approfondimenti sul piano della collaborazione istituzionale nell’interesse dei cittadini, del tessuto socioeconomico del Paese, nel rispetto delle necessarie regole di prevenzione”.

Sulla stagione sciistica, ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, intervenendo a La vita in diretta, “le Regioni hanno consegnato delle linee guida che saranno discusse quando ci saranno le condizioni per aprire. “Oggi – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo – le condizioni non ci sono, non c’è stata questa discussione. Quel comparto è in attesa, ma come tutti gli altri comparti deve avere la pazienza di anteporre l’emergenza sanitaria davanti a tutto. Valuteremo nel prossimo Dpcm se ci sono condizioni per fare cosa e quando”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA