L’Egitto se ne frega di Zaki e dell’Italia. I giudici del Cairo non liberano lo studente dell’Università di Bologna: custodia cautelare rinnovata di altri 45 giorni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Patrick Zaky resta in carcere. La custodia cautelare dello studente egiziano dell’Università di Bologna è stata rinnovata di altri 45 giorni. Lo ha riferito una sua legale, Hoda Nasrallahda. Zaky è da oltre cinque mesi in carcere in Egitto, accusato di propaganda sovversiva.

Il ricercatore 28enne è detenuto nel carcere di Tora, ieri è comparso davanti al Tribunale penale che oggi ha deciso sulla sua detenzione. In carcere dal 7 febbraio, preso in consegna all’aeroporto, la detenzione preventiva già stata prorogata già una prima volta in attesa di ulteriori indagini.