L’insostenibile pesantezza del debito pubblico

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sale ancora il debito pubblico.
Secondo Bankitalia il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 17,5 miliardi in febbraio. Ha raggiunto così  un nuovo massimo storico: 2.107,2 miliardi.

L’incremento riflette per 10,7 miliardi il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e per 6,8 miliardi l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (pari a fine febbraio a 64,8 miliardi, 49,6 a febbraio del 2013); l’emissione di titoli sopra la pari ha operato in senso opposto per 0,1 miliardi.
Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 19 miliardi, quello delle mmministrazioni locali è diminuito di 1,5 miliardi.
Per quanto riguarda le entrate tributarie si può forse sorridere Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari in febbraio a 27,3 miliardi, lievemente superiori al valore registrato nello stesso mese del 2013 (27 miliardi).