L’Italia cresce oppure no? Bella domanda. Gli ultimi dati Istat vedono la frenata. Le attese sul Pil erano ben altre: solo +0,2% nel terzo trimestre

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Eppure con i dati dovrebbe essere tutto più semplice. E, invece, no. Almeno con i balzelli dell’Istat e dintorni riuscire a capirci qualcosa risulta davvero complicato. In Italia c’è la ripresa oppure no? Gli ultimi dati, quelli diffusi oggi dall’Istat, dicono che la crescita italiana rallenta e il Pil del Paese nel terzo trimestre fa registrare un +0,2%, sotto le attese degli analisti. Altri Paesi europei come la Francia e la Germania si attestano su un +0,3%. Il rialzo annuale è pari allo +0,9%. Insomma comunque una questione di punti di vista. Di come vogliono leggere i dati gli economisti di turno. Secondo le stime dell’Istat nel terzo trimestre si ferma al +0,2%, dopo il +0,3% del secondo e il +0,4% del primo. Inoltre il dato di oggi risulta sotto le attese degli analisti e delle stesse previsioni Istat: i ‘consensus’ raccolti indicavano un +0,3%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA