L’Italia torna a crescere dopo più di 3 anni. Segno positivo nelle previsioni Istat. Il Paese esce dalla recessione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un segnale abbastanza significativo per l’Italia. Nel primo trimestre del 2015 l’Italia tornerà a crescere secondo le previsioni dell’Istat. Dopo 14 trimestri consecutivi senza crescita, il Paese mostrerà un segno più nella variazione congiunturale del Pil. L’ultimo aumento è datato secondo trimestre 2011, ben tre anni e mezzo fa.  “Nei mesi a cavallo tra la fine del 2014 e l’avvio dell’anno in corso”, si legge nella nota dell’Istat, “le indicazioni fornite dai più recenti indicatori congiunturali, pur contrastanti ed eterogenee tra i comparti produttivi, avvalorano lo scenario» di un Pil nuovamente positivo”. L’ultimo trimestre del 2014 aveva segnato una crescita zero, un Pil fermo su base congiunturale, che ha quanto meno fermato i ribassi, interrompendo la recessione. Finora però restano difficoltà sul mercato del lavoro dove ancora non si registra un’inversione di tendenza.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA