Lockdown e Pasqua in zona rossa: non si può andare a 100 km ma si può arrivare alle Canarie

lockdown pasqua zona rossa italia isole canarie
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nel lockdown all’italiana che il governo Draghi ha partorito sono vietati gli spostamenti tra le regioni ma è possibile andare alle isole Canarie per festeggiare Pasqua e Pasquetta. Si tratta di uno dei tanti paradossi del decreto Draghi che ha chiuso l’Italia fino al 6 aprile e promette di farlo fino a maggio.

Lockdown e Pasqua in zona rossa: non si può andare a 100 km ma si può arrivare alle Canarie

Gli spostamenti tra regioni sono infatti vietati dal decreto legge 12 marzo 2021 fino al 6 aprile, mentre per tre giorni, ovvero durante la vigilia, il giorno di Pasqua e Pasquetta, tutta Italia sarà in zona rossa. Ma nel frattempo c’è una lista di paesi in cui si può andare in vacanza. Ovvero si può andare per turismo in Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

E quindi c’è chi si sta organizzando. Il Corriere di Bologna racconta che le agenzie di viaggi stanno ricevendo prenotazioni proprio per Pasqua. “Una delle mete più gettonate sono le isole Canarie perché è una destinazione calda e dove si può andare: per Pasqua i voli charter della Neos sono praticamente pieni”. Le Canarie fanno parte dei territori spagnoli nel continente africano e quindi è perfettamente legittimo farci un salto a Pasqua. E che sia possibile spostarsi per viaggiare lo ha certificato una nota del Viminale ai prefetti, che ieri ha spiegato che non è possibile multare chi dichiara di andare in aeroporto.

Ci sono delle regole da seguire. Chi torna da Austria, Regno Unito e Stati Uniti una volta messo piede sul suolo italico dovrà sottoporsi a una quarantena di 14 giorni. L’isolamento fiduciario al rientro dall’Italia è stato stabilito anche per chi va in Australia Nuova Zelanda, Corea, Rwanda, Singapore e Thailandia. E poi c’è un’altra scappatoia da segnalare. Non si può andare nei paesi non inclusi nella lista. Ma è possibile aggirare la regola facendo uno scalo. E poi tornare tranquillamente in Italia. Perché il rientro a casa è sempre consentito.

Verso un nuovo lockdown fino al 30 aprile: Italia chiusa fino a maggio 2021. Il silenzio di Salvini messo a cuccia da Draghi