L’omaggio di Frosinone alle donne. A fare da madrina è la Cucinotta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Grande partecipazione alla rassegna “Storie di donne”, organizzata dall’associazione Occhio dell’arte con il patrocinio del Comune di Frosinone. Insieme alla mostra, che può essere visitata ancora oggi nella Villa comunale del capoluogo ciociaro, quest’anno si è svolto un grande evento no profit in omaggio al mondo femminile e contro la violenza sulle donne. Così, sabato scorso, un folto pubblico si è riunito nell’auditorium “Paris” del Conservatorio Refice di Frosinone, eccellenza del territorio diretta dal maestro Alberto Giraldi. Madrina della serata, l’attrice Maria Grazia Cucinotta. L’ingresso era gratuito ma il consistente ricavato delle libere offerte è stato devoluto totalmente all’Ordine dei Cavalieri di Malta: istituzione che nel corso della sua millenaria esistenza si è sempre distinta per la difesa della dignità umana e l’assistenza alle persone nel bisogno. Sono seguite alcune proiezioni sul tema dell’universo femminile, confronti sulla valorizzazione del ruolo della donna nel contesto sociale (con ospiti provenienti dal mondo delle professioni, della cultura, dell’informazione e del volontariato, tra cui la sociologa Virginia Vandini, reading poetici a cura del direttore di doppiaggio Giovanni Brusatori e un concerto classico diretto dal maestro Gianluigi  Zampieri. Il programma della serata ha incluso l’esecuzione di celebri colonne sonore, anche in omaggio al maestro Franco Micalizzi, noto compositore internazionale e direttore d’orchestra, ospite della serata.