Luca e Paolo show a diMartedì: “Salvini e Renzi pensano solo al loro culo? Finora si sono occupati solo del nostro”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Luca e Paolo in grande forma ieri nella loro ormai consueta copertina a diMartedì. Partono con la canzone “Ti vendo”, vincitrice del “Festival Ghizzoni 2017”, sul caso Boschi-de Bortoli. E poi, ancora, le primarie della Lega Nord: “Orlando ha chiesto il riconteggio anche lì, su Salvini“. Mentre Gianni Fava è stato votato solo “da due piccioni”.

E poi, ancora, la bordata su quanto detto da Bossi: “Per Umberto Bossi – dicono Luca e Paolo – Renzi e Salvini sono uguali perché pensano solo al loro culo”. “Ma magari – commentano – fino ad ora hanno pensato solo al nostro, di culo”. Qui il video completo:

Luca e Paolo poi passano in rassegna i messaggi augurali dei politici in occasione della Festa della Mamma: “Renzi ha scritto: ‘Auguri a tutte le mamme’. Santanchè ha scritto: ‘Auguri a tutte le mamme d’Italia’. Questa è Di Maio: ‘Wiwa la mama’. La Boschi invece ha scritto: ‘Auguri mamma e grazie di non avere una banca’”. Inevitabile la menzione dello scoop di Marco Lillo sulla telefonata tra Matteo Renzi e il padre. Paolo si cala nei panni di Matteo Renzi durante la conversazione telefonica. “Nel pomeriggio però c’è stato il colpo di scena” – commenta Luca – “Un giornalista ha raggiunto Tiziano Renzi per un commento. E lui con la calma e l’eleganza dei grandi ha risposto: ‘Si levi dalle palle, mi avete rotto i coglioni’. E nel finale il papà di Renzi ha dato la notizia bomba, dicendo: ‘Andate a fanculo’. Il Pd, cioè, apre al M5S“

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra i 5S e il ponte

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA