Luigi Brugnaro, chi è il Sindaco di Venezia che ospita i profughi ucraini a casa sua?

Luigi Brugnaro, chi è
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Luigi Brugnaro, chi è: dopo i primi giorni di guerra In Ucraina, sono iniziati ad arrivare in Europa e in particolare in Italia gruppi di donne, anziani e bambini in fuga dalla guerra.  Il sindaco di Venezia si sta adoperando per accoglierli non solo pubblicamente ma anche privatamente.

Luigi Brugnaro, chi è

Luigi Brugnaro è il sindaco di Venezia, eletto la prima  il 15 giugno 2015 sindaco di Venezia, ha mantenuto le deleghe alla Cultura, allo Sport, al Traffico Acqueo. A settembre 2020 è stato confermato Sindaco di Venezia al primo turno, con il 54% dei consensi.

Luigi Brugnaro: dove abita?

Luigi Brugnaro vive a Venezia, dopo soprattutto i suoi due mandati da sindaco da giugno 2015. Essendo nato a Mirano e dopo aver trascorso l’infanzia a Spinea, ha poi raggiunto Venezia per proseguire gli studi universitari.

Vita privata: moglie e figli

Brugnaro ha cinque figli Valentina, Andrea, Piera Maria, Jacopo ed Ettore. La sua compagna si chiama Stefania Moretti, insieme a lui da anni a cui si è legato dopo la fine del matrimonio con la madre di due dei suoi figli.

Partito politico

Inizialmente, Brugnaro apparteneva politicamente al partito di Silvio Berlusconi Forza Italia, con cui si è presentato alla comunali nel suo primo mandato.  Poi è nato un nuovo movimento “Coraggio Italia”: il nuovo movimento politico nasce dall’intesa tra il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e il Presidente della Liguria e leader di “Cambiamo!” Giovanni Toti.

Azienda agricola

E’ il fondatore di Umana una holding che raggruppa 23 aziende attive nel campo dei servizi, della manifattura, dell’edilizia, dello sport e dell’agricoltura.

Curriculum

Diplomato al liceo scientifico Majorana di Mirano, ha conseguito la laurea in Architettura allo Iuav di Venezia con il massimo dei voti. E’ il fondatore di Umana una holding che raggruppa 23 aziende attive nel campo dei servizi, della manifattura, dell’edilizia, dello sport e dell’agricoltura. Nel 2006 ha rilevato la Reyer, la storica società di basket veneziana fondata nel 1872 che, unico caso in tutta Italia, oggi milita nel massimo campionato sia con la squadra maschile che quella femminile.

Dal 2009 al 2013 è stato presidente di Confindustria Venezia recuperando un ruolo attivo nel dibattito pubblico sul futuro del nostro sistema economico e sociale. È stato anche presidente di Assolavoro, l’Associazione di categoria nazionale delle Agenzie per il lavoro; membro della Giunta nazionale e del Direttivo nazionale di Confindustria, delegato per il Veneto all’Expo 2015 e presidente del Comitato Expo Veneto.