Il M5S incalza Bruxelles, stop ai brevetti sui vaccini. Una mozione mira a rendere l’Italia autosufficiente

M5S brevetti vaccini Ianaro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Per uscire dal pantano del coronavirus è necessario sospendere i brevetti sui vaccini. Ne sono convinti i deputati del Movimento 5 Stelle della Camera che hanno presentato una mozione, già approvata, che potrebbe essere la vera svolta nella lotta alla pandemia.

“In questa fase cruciale per la buona riuscita della campagna vaccinale bisogna aumentare con urgenza la produzione dei vaccini e dei farmaci anti Covid. Per questo è importante sospendere temporaneamente i brevetti sui vaccini e prevedere l’utilizzo della licenza obbligatoria, come abbiamo chiesto nella nostra mozione, a prima firma della deputata Angela Ianaro (nella foto)” fanno sapere in una nota i grillini.

La mozione M5S, di cui La Notizia aveva già parlato nei giorni scorsi, “impegna il Governo a operare in seno all’Ue affinché l’Organizzazione mondiale del commercio possa derogare temporaneamente per i vaccini anti Covid sui brevetti, come previsto nell’accordo Trips. Posizione che trova sempre più condivisone, dall’appello lanciato dall’Organizzazione mondiale della sanità”.

Ancor più decisa Giulia Grillo, deputata di M5S nonché ex ministro della Salute, secondo cui “non possiamo permettere che un calo delle forniture comprometta la campagna vaccinale” per questo “ho depositato una proposta di legge, a mia prima firma, per chiedere di inserire l’utilizzo della licenza obbligatoria nell’ordinamento italiano” che “permetterebbe alle nostre aziende di produrre il vaccino contro il Covid, in caso di crisi sanitarie come questa” rendendolo disponibile a tutti.

Leggi anche: Trombosi dopo AstraZeneca: l’Ema ammette un collegamento. Il vaccino verso lo stop. Cosa succede a chi aspetta il richiamo?

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA