M5S, Di Maio: “Lavoriamo per l’unità, usando testa e cuore. Come sempre troveremo una soluzione”

LUIGI DI MAIO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Lavoriamo per l’unità, usando testa e cuore. Come sempre troveremo una soluzione”. È quanto ha detto in un’intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, rispondendo a una domanda sulle tensioni Conte-Grillo nel M5S (leggi l’articolo).

E proprio oggi potrebbe essere un giorno decisivo per il futuro del M5S. Alle 17.30, presso la Sala del Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma, l’ex premier Giuseppe Conte terrà una conferenza stampa. L’incontro con i giornalisti arriva dopo giorni di tensioni con Beppe Grillo sulla leadership del M5S (leggi l’articolo) e sul nuovo statuto.

Secondo quanto si apprende, c’è stata una telefonata tra il garante del M5S Grillo e il leader in pectore ed ex premier, Conte. L’accordo tra Grillo e Conte non sarebbe ancora vicino, il confronto resta complicato ma è ancora aperto.

Grillo, raccontano fonti accreditate nel M5S, avrebbe rinunciato ad alcuni punti contesi con Conte, come quelli relativi alla comunicazione e alle nomine che rimarrebbero in mano al nuovo capo politico. Manterrebbe il ruolo di garante come richiesto anche da diversi parlamentari nelle ultime ore.

“Come farà ora Conte a dire di no?” commentano ora i parlamentari 5 Stelle che sperano ora di poter portare a casa la pace tra i due contendenti. Ma la partita non è affatto chiusa. Chi ha sentito Conte dopo la telefonata con Grillo riferisce che continuano ad esserci distanze con il fondatore del Movimento e che i nodi principali non sarebbero stati ancora sciolti. “Si sta lavorando, il finale non è ancora scritto” e la possibilità di trovare un’intesa esiste ma anche il contrario, dice infatti un esponente del M5S che sta lavorando alla mediazione.

Leggi anche: Da Grillo un vaffa a se stesso. Se salta Conte fa un danno al M5S. Parla il politologo Revelli: Un brutto spettacolo. “Non solo il Movimento, problemi in tutti i partiti”.