Una legge targata M5S per il Gianroberto Day. In Parlamento la proposta di Airola e Di Lauro per ricordare Casaleggio

GIANROBERTO CASALEGGIO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Istituire una Giornata nazionale della partecipazione e della cittadinanza digitale, in memoria di Gianroberto Casaleggio, da celebrare ogni 12 aprile. Un contenuto che potrebbe sembrare “spot”, ma che spot non è dato che l’idea della proposta di legge del Movimento 5 stelle, già depositata in Parlamento ed annunciata ieri durante la quinta edizione di Sum, la settimana dedicata al ricordo del co-fondatore del Movimento 5 stelle, morto cinque anni fa, è finalizzata a celebrare, in nome di un visionario della trasformazione digitale, proprio tale evoluzione cui si sta andando incontro, in nome soprattutto della cittadinanza digitale.

E il 12 aprile è appunto data della scomparsa di Casaleggio. Durante la presentazione di Sum, il figlio Davide ha spiegato: “Lui era un forte estimatore dello studio dell’innovazione, per quello cercava sempre di anticipare un po’ i tempi. La cittadinanza digitale credo sia oggi centrale ai diritti delle persone. È diventato necessità poter accedere on line ad alcuni servizi della pubblica amministrazione, soprattutto in questo momento di pandemia, ma soprattutto abbiamo visto come questi servizi possono essere essenziali anche in momenti normali di libertà dal lockdown”.

L’ITER. Ad annunciare la proposta sul Blog delle Stelle sono stati i due firmatari, uno al Senato e uno alla Camera, Alberto Airola e Carmen Di Lauro. “Abbiamo deciso di porci un obiettivo molto ambizioso: istituire la Giornata nazionale della partecipazione e della cittadinanza digitale, da celebrare il 12 aprile di ogni anno. Una data – spiegano – scelta non a caso dal momento che, nella storia contemporanea, c’è stato un uomo, che grazie alla rete, ha segnato insieme a Beppe Grillo, una svolta storica per la politica italiana. Un uomo che aveva un sogno: restituire ad ogni cittadino centralità nelle scelte che riguardano la vita di tutti. Un sogno chiamato democrazia diretta, da realizzare attraverso il web e l’innovazione tecnologica”. Appunto, Gianroberto Casaleggio.

“E noi vogliamo – continuano i due onorevoli – in questa stessa data, far rivivere ogni anno la sua visione innovativa e unica perché possa essere fonte d’ispirazione per ognuno di noi”. Il testo, peraltro, a breve sarà a disposizione di chiunque. “In questi giorni il disegno di legge per istituire la Giornata nazionale della partecipazione e della cittadinanza digitale è stato depositato in Parlamento, dando così via all’iter legislativo per la sua approvazione.

Il testo della proposta, come di consueto, sarà disponibile sulla piattaforma Rousseau tramite la funzione Lex Parlamento dove tutti gli iscritti potranno prenderne visione, commentarlo e proporre emendamenti”, proseguono i portavoce pentastellati. Che poi concludono: “La Giornata nazionale della partecipazione e della cittadinanza digitale sarà una giornata per tutti gli italiani, al di là della loro appartenenza politica, perché come ricordava Gianroberto ‘un’idea non è né di destra né di sinistra’”. Ma viatico per l’evoluzione guardando al futuro.

Leggi anche: Di Battista picchia duro sul M5S. Via al Sum#05 per Casaleggio. L’ex deputato: due mandati per tutti i parlamentari. E chiede fedeltà ai principi e al progetto delle origini.