Maltempo killer nel nord Italia. Quattro vittime travolte dalla forza della natura. A sud ancora emergenza incendi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Drammatico il bilancio dei violenti temporali che ieri hanno colpito tutto il nord Italia. In Val Tramontina, provincia di Pordenone, un albero è caduto su alcune tende durante un nubifragio uccidendo un belga di 41 anni. Era in corso il raduno europeo della Famiglia Arcobaleno.

Altra vittima nel bellunese a Marziai, sulla riva del fiume Piave, dove un uomo è rimasto ucciso durante la sagra del “pojat”. La vittima è rimasta schiacciata da un albero sradicato dal vento. Sulla Marmolada, in Trentino, un turista emiliano di 47 anni è morto colpito da un fulmine. Durante un forte temporale, a Saviore dell’Adamello, in provincia di Brescia, è morta Margherita Nardone, 24 enne romana. La ragazza è stata trascinata lungo un sentiero bagnato.

Le piogge intense hanno provocato notevoli disagi anche alla circolazione con auto bloccate. Qualche piccola frana ha interessato anche le zone alpine, le più colpite dalle violente precipitazioni. Sulle zone alpine si contano trenta interventi e oltre 50 persone soccorse nel corso dell’intera giornata.

Giornata pesante anche per quanto riguarda gli incendi boschivi. Sul Gran Sasso rogo a Campo Imperatore a causa di un barbecue. Fuoco anche al Terminillo e a Portofino.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA