Mango la Finanza è tutta pulita. Indagato il generale delle Fiamme Gialle: avrebbe rivelato notizie riservate

dalla Redazione
Cronaca

Chi è senza peccati, scagli la prima pietra. Ecco, nemmeno la Guardia di Finanza potrebbe scagliare una pietra. Nemmeno un sassolino. Almeno stando a quanto denunciato dalla Procura di Napoli che ha chiesto la misura interdittiva nei confronti del generale Giuseppe Mango della Guardia di Finanza, accusato di rivelazione del segreto d’ufficio: avrebbe passato notizie ritenute riservate.

L’alto ufficiale, secondo quanto rivela oggi Repubblica, ha ricevuto dal giudice l’invito a presentarsi per rendere interrogatorio previsto dalla normativa prima della decisione sull’applicazione della misura. In quella sede l’ufficiale potrà replicare alle accuse.

Il generale è ora al vertice del comando interregionale del Veneto. E, scrivono i giornalisti Conchita Sannino e Dario Del Porto, avrebbe rivelato a un amico avvocato penalista (ora indagato per favoreggiamento) una notizia ritenuta coperta da segreto.

Lo spunto investigativo è emerso durante le indagini che hanno portato oggi all’arresto di imprenditori e commercialisti, coinvolti in vicende di presunto reimpiego di denaro e intestazione fittizia di immobili. Ma, hanno specificato gli inquirenti, non c’è alcun collegamento diretto tra l’indagine in sé e il generale Mango.