Manovra, Di Maio: “Abbiamo mantenuto la promessa di non aumentare l’Iva. Lunedì il taglio dei parlamentari. Tre anni per fare le riforme” / Il Video

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Con la nuova legge di bilancio, il cittadino avrà meno tasse nella busta paga, cominciamo ad aumentare parte della busta paga e tagliare le tasse”. E’ quanto ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ospite di Agorà su Rai3, in merito al taglio del cuneo fiscale. “Con questa nota di aggiornamento al Def – ha aggiunto il leader M5S – abbiamo mantenuto la promessa di non aumentare l’Iva e lunedì manterremo un’altra promessa con il taglio dei parlamentari”.

“La lotta all’evasione – ha detto ancora Di Maio – non è fare guerra al piccolo commerciante o al cittadino, ma è il carcere per i grandi evasori e questo lo metteremo nella riforma della giustizia. Con il taglio dei parlamentari è la volta buona per avere una spinta a mettere a posto i regolamenti e la legge elettorale. Questa legge elettorale, il Rosatellum, non è stata votata dal M5S. La Lega l’aveva votata e ora presenta un referendum contro. Dico che prima pensiamo al taglio dei parlamentari”.

“Noi abbiamo una lista di cose da fare – ha detto ancora il leader pentastellato -, in parte l’abbiamo fatta con il precedente governo, ma non abbiamo cambiato le nostre posizioni. Ora abbiamo 3 anni per fare le altre cose: taglio del numero dei parlamentari, conflitto di interessi, riforma della giustizia, riforma della sanità”.