Mare Monstrum, l’Europa se ne frega

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Il Mediterraneo continua a restituire vittime innocenti. Recuperati a sud di Lampedusa, dalla Marina militare, i cadaveri di 18 migranti. Erano tutti uomini ed erano a bordo di un gommone dove c’erano altre 73 persone che sono state tratte in salvo. L’emergenza è continuae un nuovo intervento è stato portato a termine questa mattina con il salvataggio di 215 migranti. Ma ormai è difficile anche tenere il conto dell’emergenza. E un altro naufragio ha coinvolto un peschereccio. Altre sei persone sono morte nel Canale di Sicilia, diverse miglia a sud di Lampedusa.

Sempre più scontro Italia-Europa sulla gestione dell’emergenza. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano torna a criticare duramente l’Ue sulle colonne del Corriere della Sera:”Solo i ciechi non vedono ciò che sta accadendo: più si aggrava il problema della frontiera del Mediterraneo più si capisce che Mare Nostrum dev’essere sostituita da un’azione europea. Mare Nostrum”, spiega Alfano, “nacque come un’operazione a tempo dopo la tragedia di Lampedusa. Ma non possiamo arrivare al secondo anniversario, al 18 ottobre 2015. O la questione viene presa in mano dall’Europa o l’Italia dovrà adottare le proprie decisioni. Purtroppo in Italia le parole di Salvini dimostrano che sta nascendo una brutta destra estrema che non ci piace per linguaggio, contenuti e riferimenti. Noi vogliamo risolvere il problema, altri no, per avere voti”.