Marino sa fare il suo lavoro: il medico. Il sindaco di Roma soccorre due passeggeri in volo per gli Usa. Ma è polemica sull’ennesimo viaggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Aveva ragione Maurizio Crozza. Ignazio Marino sa fare il suo lavoro: il chirurgo. Il sindaco di Roma, in viaggio in direzione Stati Uniti, è intervenuto aiutando due passeggeri. Un viaggio che continua a far discutere. Marino è andato negli States ufficialmente per la visita del Papa a Filadelfia. Nel frattempo il sindaco è sbarcato a New York dove ha già incontrato al consolato alcuni imprenditori e filantropi. E proprio lì ha raccontato di essere intervenuto su un paziente che ha avuto una crisi respiratoria e poi su un altro che ha avuto un attacco di panico. “Hanno chiesto di un medico e sono intervenuto”, ha detto Marino, “Alla fine ho detto al capitano che la prossima volta mi dovrà far viaggiare gratis”.

IL VIAGGIO IN AMERICA
L’ennesimo viaggio americano di Marino, l’ennesimo da quando è sindaco della Capitale, continua a far discutere. E allora il Campidoglio è intervenuto per chiarire che le spese del viaggio sono a carico del comune di Filadelfia. “L’invito si inserisce nel solco della collaborazione tra le due città”, chiarisce una nota del Campidoglio, “e nell’aiuto che secondo il sindaco di Philadelphia l’amministrazione di Roma – città dove ha sede il Vaticano – avrebbe dato nell’organizzare la visita del Pontefice”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA