Il Mattarella bis seduce pure i Giovani Turchi del Pd. La corrente di Orfini lo proporrà a Letta alla prossima Direzione dem

La corrente guidata da Matteo Orfini proporrà l'opzione del bis di Mattarella al segretario Letta alla prossima Direzione dem.

L’ipotesi di un Mattarella bis non seduce soltanto i senatori pentastellati. I Giovani Turchi, componente dem che fa capo a Matteo Orfini, avanzerà la proposta di sostenere il Mattarella bis nella riunione di direzione e gruppi parlamentari Pd con Enrico Letta in programma il 13 gennaio.

CONFERENZA STAMPA SEA WATCH NESSUNA RILEVANZA PENALE

La conferma arriva dallo stesso Orfini e dal senatore Francesco Verducci. Che dice: “è questa la posizione della nostra componente, però mi pare che nel Pd ci sia sensibilità sul tema”. Sarà. Eppure l’uscita dei Giovani Turchi scatena subito dei mal di pancia tra i big del Nazareno.

“Lo dico con affetto a Orfini e Verducci, ma che le aree politiche del Pd annuncino posizioni precostituite sull’elezione del Presidente della Repubblica prima della riunione della direzione convocata per il 13 gennaio e prima di avere ascoltato la relazione del segretario, è proprio sbagliato. Entriamo nella discussione come ci ha chiesto di fare Letta: con serietà, rigore e spirito realmente unitario”, dichiara Nicola Oddati della direzione nazionale del partito

A tifare per un bis dell’attuale presidente della Repubblica è anche un leghista di vecchio corso come Roberto Maroni. L’ex governatore lombardo sul Foglio a fronte di “certi candidati che non si possono vedere”, i cui nomi sono circolati per la successione a Mattarella, sposa la tesi dei senatori pentastellati e dei Giovani Turchi. “Sono convinto – dice – che il bis di Sergio Mattarella sarebbe la scelta più opportuna nel periodo di crisi che stiamo vivendo”.

Leggi anche: I Cinque Stelle sperano ancora nel Mattarella bis. Oggi nell’assemblea congiunta dei gruppi parlamentari M5S si cercherà la quadra. Anche sul nodo dell’obbligo vaccinale.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram