Biden incontra Draghi e Mattarella. Clima, pandemia e Ue al centro dei colloqui al Colle. Mentre a Palazzo Chigi si è parlato di economia e delle crisi in Libia e Afghanistan

Mattarella Biden
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Clima, pandemia e rapporti con l’Unione Europea. Questi, secondo quanto si apprende, i temi centrali dell’incontro che si è svolto al Quirinale tra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Mattarella ha introdotto la questione delle vaccinazioni nel mondo, soprattutto riguardo alla necessità di garantirla ai paesi più fragili. Biden ha riconosciuto “l’ottimo lavoro” fatto dall’Italia sui vaccini. E ha detto che gli Stati Uniti si sono impegnati e condividono la necessità di vaccinare i paesi più fragili senza distinguere tra paesi alleati e paesi no.

A questo proposito il presidente americano ha ricordato la sua proposta sulla sospensione temporale dei diritti sui brevetti dei vaccini. I due presidenti hanno anche convenuto sulla necessità di fare tesoro di questa esperienza di collaborazione internazionale realizzatasi con il covid, in previsione di futuri possibili nuovi episodi di pandemia.

Sul clima Mattarella ha detto che la questione non può esaurirsi nel coinvolgimento dei paesi occidentali, ma che occorre sostenere con forza l’impegno dei leader dei paesi asiatici e dei paesi africani. Questi ultimi, in particolare, sono quelli che pagano il prezzo più alto dei cambiamenti climatici. Il presidente Usa ha notato come sia positivo che le tendenze negazioniste sul cambiamento climatico siano in diminuzione. E ha detto che la transizione ecologica può offrire grandi opportunità di nuovi posti di lavoro.

Sui rapporti tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea, il presidente americano ho fatto presente come l’America “sia tornata” e che accanto alla alleanza atlantica – perno fondamentale della politica Usa – ci siano i rapporti con l’Ue. Mattarella lo ha ringraziato per questa sua particolare sensibilità, e ha fatto l’esempio della decisione di tassare le Over the Top come risultato di questa ritrovata sintonia.

Nel pomeriggio, dopo aver incontrato anche Papa Francesco (leggi l’articolo), Biden ha incontrato anche il premier Mario Draghi. “Il colloquio – ha riferito in una nota Palazzo Chigi – si è incentrato sull’eccellente cooperazione fra la Presidenza italiana del G20 e gli USA nella gestione delle più importanti sfide globali: la lotta alla pandemia, il contrasto ai cambiamenti climatici, il rilancio dell’economia, il rafforzamento del sistema multilaterale basato sulle regole”.

“Sono state inoltre discusse le relazioni bilaterali – aggiunge Palazzo Chigi -, con particolare riferimento alle opportunità offerte dai rispettivi piani di ripresa economica. I due leader hanno riaffermato la solidità del legame transatlantico, e l’utilità dello sviluppo della difesa europea anche per la sicurezza transatlantica, in un rapporto di complementarità”.

“Sono state infine passate in rassegna le principali crisi internazionali – conclude la nota -, in particolare l’Afghanistan, sulla scia degli esiti della Riunione straordinaria dei Leader G20 del 12 ottobre, e la situazione di instabilità nel Mediterraneo e in Libia”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA