Mattarella scuote il Csm. Stavolta il monito va alla magistratura: ci vuole una giustizia più veloce

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il Paese ci chiede un’amministrazione della giustizia veloce per dar peso sempre maggiore alla sua autorevolezza”. Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine della seduta straordinaria del Csm. “A tal proposito la copertura in tempi rapidi degli incarichi degli uffici giudiziari rappresenta il primo tassello necessario”.

«Vorrei auspicare- ha continuato il presidente della Repubblica- che la copertura di tutti i posti vacanti, soprattutto di quelli direttivi e semidirettivi, sia effettuata celermente e non venga ritardata dalla ricerca di intese su una pluralità di nomine. A questo fine può essere utile attenersi a un criterio oggettivo dell’ordine cronologico delle vacanze».