Matteo Bassetti: “La zona rossa a Pasqua e Pasquetta? È impossibile da rispettare”

Matteo BASSETTI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La scelta di fare zona rossa a Pasqua è ipocrita. E’ impossibile far rispettare una zona rossa per 65 milioni di persone. Bisognava andare a fare le festività pasquali coi colori che le Regioni avevano in quel momento”. A dirlo Matteo Bassetti, direttore delle Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, intervenuto a ‘Un giorno da pecora’ su Radio uno.

Matteo Bassetti: “La zona rossa a Pasqua e Pasquetta? È impossibile da rispettare

“Sono molto critico – ha spiegato – sulla decisione di fare questa enorme zona rossa. Sono decisioni di una totale e completa ipocrisia. Questo perché alla fine non le rispetterà nessuno. Il Governo e lo Stato non saranno in grado di farle rispettare. Aveva più senso, nelle vacanze Pasquali, andare per colori. Questo provvedimento unico, per tre giorni – e mi dovrebbero spiegare a che cosa serva – lo rispetto da buon cittadino, ma non lo comprendo. Chi lo ha deciso, se ne assume le responsabilità”.

“Sarebbe un danno grave se le vaccinazioni si fermassero durante i giorni di Pasqua. Ho incontrato il Generale Figliuolo e mi fido della sua capacità decisionale”, ha detto invece Bassetti stamattina a L’Aria che tira. “Purtroppo non siamo stati capaci di mettere in sicurezza le persone anziane e piu’ fragili con il vaccino, abbiamo messo in sicurezza i sanitari in prima linea e questo passi, ma non credo che rifaremo lo stesso errore di vaccinare le persone che pur operando all’interno delle strutture sanitarie pubbliche non hanno pero’ contatto diretto con i pazienti. Questo è un errore che non dovevamo fare.

Leggi anche: Pasqua e Pasquetta 2021: cosa si può fare e non fare in zona rossa dal 3 al 5 aprile

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA