Meno disoccupati a luglio. Anche tra i giovani. Arriva il ribasso atteso dal Governo dopo due aumenti consecutivi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Cala la disoccupazione a luglio. Il tasso registrato dai dati Istat si attesta al 12%, in calo di 0,5 punti percentuali sul mese precedente e di 0,9 punti nei dodici mesi. Dopo due aumenti consecutivi è arrivato il ribasso atteso dal Governo e dal ministro Poletti. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni a luglio è pari al 40,5%, in calo di 2,5 punti percentuali sul mese precedente e di 2,6 punti su base annua. Dopo 14 trimestri di crescita e il calo nel primo periodo del 2015, nel secondo trimestre il tasso di disoccupazione si attesta al 12,1% (-0,1 punti su base annua). Restano come sempre differenze rilevantissime da una parte all’altra dell’Italia:  7,9% nelle regioni settentrionali, 10,7% nel Centro fino ad arrivare al 20,2% nel Mezzogiorno. Gli occupati nel mese di luglio sono aumentati di 44mila unità (+0,2%). Rispetto al mese di luglio del 2014 il rialzo è di 235mila lavoratori in più (+1,1%).