Sono già 8mila i migranti arrivati in Germania. E Berlino stanzia 6 miliardi per gestire l’emergenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Germania interviene davvero a sostegno dell’emergenza migranti. Verranno stanziati sei miliardi di euro per la massa di migranti entrati questi giorni nel Paese. Tre miliardi stanziati per gli stati ed i comuni e altri tre per programmi federali di assistenza. Sono migliaia quelli arrivati in Germania nelle ultime ore con treni e bus sono stati distribuiti in varie città, mentre per oggi si attendono nuovi arrivi. La polizia ha riferito che un treno speciale con 570 profughi a bordo è arrivato la notte scorsa della città di Saalfeld, in Turingia. Oltre la metà di loro sono stati portati a Dresda e sistemati in una scuola per ufficiali dell’esercito. Altri treni sono giunti ad Amburgo, nel nord, e a Dortmund, a ovest, mentre a bordo di autobus oltre 300 migranti sono stati portati a Berlino. Dovrebbero essere 8mila circa i migranti giunti in Germania, secondo le stime, dopo l’accordo con Austria e Ungheria. Successo per l’iniziativa dei volontari partiti da Vienna a bordo delle loro auto per recarsi in Ungheria a recuperare i profughi che tentavano di arrivare al confine sono rientrati in Austria. “Abbiamo assicurato un passaggio sicuro”, scrivono sui social.

Si temono però rappresaglie xenofobe. Il segretario dell’Onu, Ban Ki moon, ha manifestato preoccupazione per le crescenti manifestazioni di xenofobia contro migranti e profughi in tutta Europa auspicando che ogni manifestazione di questi fenomeni venga affrontata con forza e senza indugi. Nel frattempo l’Austria sta gradualmente riducendo le misure di emergenza che hanno consentito il passaggio di migranti attraverso l’Austria senza che ci fossero controlli. Secondo la Germania è necessario un vertice straordinario urgente Ue sull’immigrazione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA