Minori in affido, il caso Bibbiano approda in Parlamento. Primo Sì al Senato per la Commissione d’inchiesta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Via libera al Senato a una commissione parlamentare d’inchiesta sugli affidi di minori. Un’iniziativa presa dopo lo shock provocato dall’inchiesta su quanto sarebbe avvenuto a Bibbiano, in Emilia-Romagna, dove con manipolando anche i ricordi dei bambini i piccoli sarebbero stati tolti alle famiglie per darli in affidamento. Una vicenda drammatica divenuta però altrettanto drammaticamente strumento di bassa battaglia e propaganda politica. Le commissioni Affari istituzionali e Giustizia di Palazzo Madama, riunite in sede congiunta e deliberante, hanno approvato la proposta relativa all’istituzione della commissione d’inchiesta sugli affidi di minori fuori dalla loro famiglia naturale. Il testo passa ora alla Camera, dove la commissione per le Questioni regionali ha già espresso ieri il suo parere favorevole. “Sono molto soddisfatta – commenta la senatrice Maria Laura Mantovani, del Movimento 5 Stelle – il nostro voto in sede deliberante ha permesso di seguire l’iter più veloce possibile”. L’onorevole pentastellata ha poi aggiunto di sentire, in quanto senatrice dell’Emilia-Romagna, in modo particolare la delicatezza del tema. “L’inchiesta sui fatti di Bibbiano e sui servizi sociali dell’Unione dei Comuni della Val d’Enza e le vicende accadute 20 anni fa nella Bassa modenese, note come caso Veleno – ha affermato – sono ferite aperte e dolorose”. Resta però il problema della strumentalizzazione della vicenda. Utilizzare l’inchiesta per attaccare il Pd ha scatenato l’ennesima campagna d’odio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA