Monopattini ad energia pulita. Intesa tra Helbiz ed Enel. Spinta alla micro-mobilità nelle città italiane. Un passo concreto in direzione green

di Alessia Fantini
Economia
SALVATORE PALELLA

Una forte spinta alla micro-mobilità elettrica nelle città italiane. A realizzarla sono Enel e Helbiz, che in occasione della settimana Europea della Mobilità sostenibile hanno firmato un accordo per alimentare una flotta di mezzi con la sola energia rinnovabile fornita da Enel Energia. Obiettivo dell’intesa è accelerare il tasso di utilizzo di monopattini e bici elettriche in sharing attraverso l’impiego esclusivo di fonti rinnovabili. A partire da ieri infatti, tutti i mezzi elettrici Helbiz saranno alimentati da energia rinnovabile certificata erogata da Enel Energia presso tutti i magazzini italiani di stoccaggio e ricarica delle 14 città italiane ad oggi coperte dal servizio tra cui Milano, Roma, Bari, Napoli, Torino.

TAMBURI: PIÙ SOSTENIBILITÀ. La partnership, della durata di un anno, permetterà inoltre ai dipendenti del Gruppo Enel di usufruire dei servizi di mobilità Helbiz a condizioni e tariffe agevolate. “L’accordo con Enel è la naturale convergenza fra due aziende che guardano al futuro nella sola ottica della sostenibilità delle nostre città”, ha detto Salvatore Palella, fondatore e Ceo di Helbiz (nella foto). “Crediamo che la possibilità di offrire agli utenti una flotta di mezzi powered by Enel Energia, con energia che proviene al 100% da fonti rinnovabili sia già di per sé la miglior garanzia di un uso efficiente e responsabile della risorsa energetica. Questo è per Helbiz un impegno in grado di tradurre concretamente la nostra visione di impresa in cui il ruolo dei fattori Esg è equiparabile agli altri rating di profittabilità del business”.

Per il direttore di Enel Italia, Carlo Tamburi, “L’utilizzo sempre maggiore di energie rinnovabili e la mobilità a zero emissioni sono due tasselli fondamentali dell’impegno di Enel per la transizione energetica verso un modello più sostenibile”. L’accordo con Helbiz fa compiere dunque un ulteriore passo in avanti alla micro-mobilità urbana in termini di sostenibilità, favorendo l’ambiente, il benessere delle persone e la qualità della vita nelle città.

MENO SMOG. Helbiz ha calcolato che la riduzione dell’impatto ambientale conseguente all’utilizzo dei monopattini elettrici sia nell’ordine di oltre 1,7 kg di CO2 per ogni chilometro percorso rispetto all’utilizzo di veicoli a combustibile fossile. Solo nelle prime due settimane di operatività del servizio nel mese di settembre, sottolinea la società americana fondata da Palella, nelle città italiane sono state risparmiate ben 400 tonnellate di CO2. Helbiz, presente in 10 Paesi nel mondo, conta 750mila utenti attivi in Italia e 800mila corse effettuate nel mondo.