Musk sfida l’Onu. Il numero uno di Tesla è pronto a sborsare 6 miliardi di dollari per sconfiggere la fame nel mondo. Ma vuole sapere dove andranno a finire e se basteranno a risolvere il problema

Elon Musk
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’uomo più ricco del mondo, il numero uno di Tesla, Elon Musk, è pronto a spendere 6 miliardi di dollari per aiutare a sconfiggere la fame nel mondo ponendo una sola condizione: l’Onu deve mostrare dove vanno a finire i fondi e deve dimostrare che la cifra che intende mettere sul piatto possa risolvere il problema.

L’apertura del patron di Tesla segue i commenti del direttore del World Food Programme delle Nazioni unite, David Beasley, che in un’intervista a Cnn nei giorni scorsi aveva a sua volta “sfidato” i paperoni, e in particolare lo stesso Musk, oltre al numero uno di Amazon Jeff Bezos, ad aiutare con una “una tantum” a risolvere il problema della fame nel mondo.

“Sei miliardi per aiutare 42 milioni di persone che rischiano di morire. Non è complicato”, ha detto Beasley. Musk su Twitter ha replicato: “Se il Pam può descrivere qui su Twitter esattamente come 6 miliardi risolveranno la fame nel mondo, vendo immediatamente le azioni Tesla. Ma il pubblico deve vedere esattamente come le risorse sono spese” .

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA