Napoli sarà aperta 24 ore su 24. De Magistris: “Restituire ai sindaci il controllo delle città. L’organizzazione della vita nei comuni deve passare a chi li conosce”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Io mi attengo alle informazioni che ho ricevuto dalla polizia municipale, che a sua volta è in contatto con questura e carabinieri. E non risulta nessuna situazione straordinaria. Solo il normale incremento di traffico del sabato sera in una zona che è da sempre meta di passeggiate”. E’ quanto ha detto al Corriere della Sera il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a proposito della movida nella città di Napoli.

Napoli non è fuori controllo, ha spiegato ancora de Magistris, “ma lo sarà presto, come tutta l’Italia, se non ci si decide a restituire ai sindaci il controllo delle città. “Il problema – ha aggiunto – non è De Luca, la questione riguarda l’intero Paese. La fase 1 è finita, è finito il lockdown e la necessità di stare a casa. Ora l’organizzazione della vita nei comuni deve passare a chi li conosce. A chi conosce gli spazi, le strade, i parchi, i mercati. Noi siamo sindaci, non vicesceriffi”.

De Magistris ha poi annunciato che nei prossimi giorni emetterà una serie di ordinanze “in base alle quali Napoli sarà aperta 24 ore su 24”. “Niente più baretti obbligati a chiudere alle 23 – ha aggiunto il primo cittadino del capoluogo lombardo -, niente più orari per nessuno. Ristoranti, locali, negozi, parchi, servizi: tutti potranno restare aperti ininterrottamente giorno e notte. La città sarà più accogliente, aumenteranno le aree pedonalizzate e i servizi fruibili all’aperto. Ei napoletani avranno molte alternative alla sola passeggiata in via Caracciolo”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Magistrati o politici double face

Milano e l’Italia che conta si cuociono le mani per applaudirlo, con la supplica di restare (leggi l’articolo). Tra pochi minuti alla Scala va in scena il Macbeth, e Shakespeare è inarrivabile nel farci riflettere sul prezzo del potere. Mattarella ringrazia e a quanto se

Continua »
TV E MEDIA