Nas in azione in tutta Italia. Sono in corso i sequestri delle dosi Astrazeneca del lotto sospetto ABV2856. Ne sono state distribuite 249.600

Carabinieri Nas
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalle prime ore del pomeriggio odierno i Carabinieri dei Nas stanno procedendo, su tutto il territorio nazionale, all’esecuzione di un decreto di sequestro emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa, relativo ad uno specifico lotto di vaccino Covid-19 prodotto da AstraZeneca, identificato con il ABV2856 e bloccato dall’Aifa in seguito alle segnalazioni di alcune morti sospetti e casi di trombosi (leggi l’articolo).

“Le attività dei Carabinieri Nas – riferisce una nota dell’Arma – sono in corso di svolgimento presso tutti gli Hub di distribuzione e i centri di vaccinazione ove sono stati consegnati complessivamente 249.600 dosi, al fine di porre a vincolo i quantitativi non ancora somministrati e presenti in giacenza”.

L’attività di sequestro, “per la quale allo stato non vi è alcuna correlazione diretta con i casi di decesso segnalati”, viene svolta in via cautelativa “al fine di procedere alle opportune analisi cliniche per confutare la pericolosità del farmaco”. “Le indagini, affidate al Nas di Catania, sono dirette dal Sostituto Procuratore Dr. Gaetano Bono della Procura della Repubblica di Siracusa sotto il coordinamento del Procuratore Capo D.ssa Sabrina Gambino”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA