Nel Basso Monferrato assalto al furgone, nella rapina viene ucciso l’autista. Trasportava incassi delle slot

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una rapina finita male. Così Andrea Foglia, 37 anni, è morto a Gabiano, un Comune del Basso Monferrato, in provincia di Alessandria. L’uomo, di professione autista, era alla guida di un furgone su cui trasportava l’incasso delle slot machine. Stava insomma svolgendo il suo lavoro, quando Giuseppe Sorrentino ha bloccato il veicolo, in una zona poco trafficata, assaltandone l’autista. Nella colluttazione Foglia è stato colpito ripetutamente alla testa da un oggetto contundente, portando con sé circa gli oltre 7mila presenti sul furgone. Le ferite sono risultate letali, anche perché l’uomo è stato abbandonato sul luogo dell’aggressione senza possibilità di essere soccorso velocemente.

L’allarme è stato lanciato dopo un’ora dalla ditta Ferrari per cui lavorava l’autista, che nel frattempo non rispondeva ai suoi superiori. Il furgone è stato intercettato dai Carabinieri che – dopo un breve tentativo di fuga di Sorrentino – sono riusciti a fermarlo. L’aggressore ha subito ammesso di aver portato al termine la rapina colpendo la sua vittima. Grazie alla sua indicazione è stato possibile ritrovare il corpo senza vita di Andrea Foglia. Sorrentino è stato arrestato: dovrà rispondere dell’accusa di sequestro di persona a scopo di rapina e omicidio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA