Nepal, salvate due persone a dieci giorni dal sisma distruttivo. Si aggrava il bilancio delle vittime: sono oltre 7 mila

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Salvate due persone a dieci giorni dal sisma distruttivo in Nepal. Si tratta di un uomo di 60 anni ed una suora di 23, sono stati estratti vivi oggi dalle macerie di due edifici dai villaggi di Sirdibas e Chhekampar nel distretto di Gorkha. Continuano intanto le scosse di assestamento, ancora molto forti. Mentre il bilancio delle vittime ha superato ampiamente quota 7 mila. Con il numero dei feriti che è quasi a quota 15 mila.

Il coordinatore dell’Onu per il Nepal, Jamie McGoldrick, ha lanciato un fermo avvertimento alle autorita’ nepalesi che “non dovrebbero utilizzare metodologie doganali dei tempi di pace, quando dovrebbero lavorare” con procedure di emergenza per gestire la crisi. “So che alcuni grandi donatori sono frustrati dall’incapacità di fare arrivare gli aiuti nelle zone colpite”, ha riferito, aggiungendo che “gli aiuti si accumulano nell’aeroporto di Kathmandu invece di essere distribuiti alla popolazione”.