Niente ritorno in campo. Berlusconi deve stare ancora a riposo: vietati i comizi per il “no” al referendum

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il ritorno in campo è rinviato a data da destinarsi, per ora Silvio Berlusconi deve stare ancora a riposo evitando stress eccessivi. Dopo l’operazione al cuore dei mesi scorsi, il leader di Forza Italia è ricoverato al Presbyterian Hospital d New York, una delle migliori strutture ospedaliere al mondo, per un malore avvertito durante la fase di atterraggio, al termine del volo che lo ha portato negli Stati Uniti. La prescrizione degli specialisti statunitensi è comunque uguale a quella dei colleghi italiani: tanto riposo e divieto di tour elettorali per l’Italia. Sembra così tramontare la possibilità di fare comizi per sostenere le ragioni del “no” al referendum. Molto improbabile anche un duello televisivo – di cui si era ventilato – con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. 

A questo punto bisognerà valutare le condizioni di Silvio Berlusconi anche per la partecipazione all’incontro programmatico di Forza Italia: l’obiettivo di rilanciare il partito, con una serie di proposte di programma di Governo, diventa più difficile da raggiungere con l’assenza del leader carismatico, che sta facendo molta fatica a convincere i dirigenti azzurri della caratura di Stefano Parisi. Del resto lo stesso Cavaliere, in un’intervista rilasciata nel giorno dell’80esimo compleanno, aveva annunciato di voler fare più vita privata e meno politica. Un annuncio inedito per uno abituato a lottare in campo, ma che invece è costretto a stare in tribuna limitandosi al massimo di fornire qualche consiglio.