Nigeria: liceali rapite convertite all’Islam

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Convertite all’Islam: questo il destino delle liceali rapite in Nigeria da Boko Haram, in base a quanto si apprende da un nuovo video diffuso dai jihadisti.

Nel filmato Abubakar Muhammad Shekau, il capo di Boko Haram, ha dichiarato che saranno liberate in cambio di prigionieri di Boko Haram.

Le studentesse si trovano ancora in Nigeria. Ne è convinto il governatore dello stato nigeriano di Borno, Kashim Shettima, che alla Bbc ha detto di aver saputo che le ragazze sono state viste e di aver subito trasmesso alle forze armate tale informazione per le dovute verifiche. Sono oltre 200 le ragazze rapite dalla loro scuola di Chinok il 14 aprile scorso.

Intanto ieri il presidente francese François Hollande ha proposto di tenere un vertice sulla sicurezza nell’Africa occidentale e sulla minaccia rappresentata da Boko Haram. “Ho suggerito, con il presidente nigeriano Goodluck Jonathan, di tenere un incontro con i paesi confinanti con la Nigeria”, ha detto Hollande, precisando che la riunione si terrà sabato prossimo a Parigi “se i paesi accetteranno”. Il summit dovrebbe riunire i leader di Nigeria, Ciad, Camerun, Niger e Benin, con la probabile partecipazione di rappresentanti di Usa, Regno Unito e Unione europea.