Assalto No Vax all’assemblea dell’Ordine dei medici di Roma. Il presidente Magi: “Ho avuto paura”. M5S: “Mettono in pericolo i pazienti e vanno contro la deontologia”

medici no vax Magi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Caos e lavori sospesi all’assemblea dell’Ordine dei medici di Roma, ieri mattina, al Pineta Palace hotel, quando una quarantina di medici hanno manifestato il loro dissenso accusando il consiglio dell’Omceo di “non aver sospeso chi era moroso e invece di aver sospeso i medici che non si sono vaccinati”. Le forze dell’ordine sono state costrette a intervenire.

“Questa mattina nella Capitale – ha riferito ieri in una nota l’Omceo – è stata interrotta l’assemblea dell’ordine provinciale di Roma dei medici Chirurghi e Odontoiatri che avrebbe dovuto approvare il bilancio preventivo 2022. Una quarantina di medici hanno manifestato il loro dissenso accusando il consiglio dell’Omceo di ‘non aver sospeso chi era moroso e invece di aver sospeso i medici che non si sono vaccinati’. Questo atteggiamento strumentale di una minoranza ha di fatto impedito il normale svolgimento dell’assemblea. I manifestanti in maniera intimidatoria hanno boicottato i lavori cominciando ad urlare ‘Vergogna, vergogna’. La situazione è degenerata, al presidente è stato di fatto impedito di prendere la parola e così anche agli altri medici che si erano iscritti per parlare. Le forze dell’ordine sono prontamente intervenute e l’assemblea è stata dunque interrotta”.

Il ministro della salute Roberto Speranza ha sentito telefonicamente il presidente dell’Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi dopo quanto accaduto. Il ministro ha espresso “sostegno e solidarietà al Presidente Magi oltre che gratitudine per il lavoro quotidiano svolto a tutela del diritto alla salute”.

“Solidarietà al presidente Antonio Magi e a tutto il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici di Roma. Inaccettabile, e intollerabile nei tempi e nei modi, la protesta dei medici non vaccinati, che ha impedito il regolare svolgimento dell’annuale assemblea dell’Ordine”, sottolinea il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli.

“Gli Ordini – ha riferito in una nota Anelli – sono organi sussidiari dello Stato e hanno il dovere e l’obbligo di dare attuazione alle norme stabilite per legge. Fermi restando i risvolti disciplinari e giudiziari di alcuni comportamenti come quelli visti oggi, gli Ordini avvieranno immediatamente la procedura per rilevare i medici non vaccinati. Le sospensioni, con questa nuova norma che riporta in capo agli Ordini le responsabilità, arriveranno in pochi giorni”.

“Condanniamo senza se e senza ma questi comportamenti incivili – conclude Anelli -, tanto più gravi se a metterli in atto è un medico, e invitiamo l’Ordine di Roma a procedere senza indugio. Apprezziamo la solidarietà e la gratitudine per il nostro lavoro espresse dal Ministro della Salute Roberto Speranza. Al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese chiediamo un impegno particolare per mettere in sicurezza gli Ordini dei medici chiamati ad applicare una norma che consenta ai cittadini e all’intera società di ottenere in massima sicurezza la tutela della propria salute”.

“Ho avuto paura. Non potevo neanche scappare, dovendo io usare le stampelle da qualche giorno” ha raccontato al Corriere il presidente dell’Ordine dei medici chirurgi e odontoiatri di Roma, Antonio Magi (nella foto). “Sono rimasto davvero amareggiato – ha aggiunto – per quello che è accaduto. E lo sono da presidente e da medico. Si tratta di una manifestazione di degenerazione della categoria. Siamo stati aggrediti e insultati. Ci hanno strappato il microfono dalle mani e poi hanno messo in atto tutta una serie di azioni violente contro di noi”

“Ogni fine anno – spiega Magi – ci riuniamo per approvare il bilancio preventivo dell’Ordine. Ma poco dopo l’inizio dell’assemblea è iniziata la bagarre: urla, insulti, minacce, spintoni. Credo che la situazione stia sfuggendo di mano”. Gridavano “‘Mafiosi’, ‘Venduti’, ‘Non sospendete i morosi, ma noi sì perché non siamo vaccinati’, ‘Vergogna’… Ma che devono vergognarsi, forse, dovremmo dirlo noi a loro”.”Si sono rivolti – prosegue Magi – anche contro i loro stessi colleghi vaccinati. E non sono solo stati aggressivi a livello verbale, qualcuno ha ricevuto anche dei colpi, ma per fortuna non ha riportato conseguenze”.

“Esprimiamo solidarietà all’ordine dei medici di Roma e al presidente Antonio Magi – affermano in una nota i componenti del M5S della Commissione Igiene e Sanità del Senato – per quanto avvenuto ieri durante l’assemblea con un gruppo di sanitari no vax che hanno fatto irruzione mentre era in corso l’incontro. I sanitari che scelgono di non vaccinarsi e che, come ha spiegato lo stesso Magi, ancora svolgono attività, mettono in pericolo i propri pazienti andando contro la base deontologica della professione medica. I vaccini sono l’arma più potente che abbiamo per sconfiggere il Covid-19 e ai medici e a tutti gli operatori sanitari che continuano instancabilmente a fare il massimo per garantire cure ai loro assistiti va il nostro profondo ringraziamento”.

Leggi anche: Da D’Amato a Bassetti. Un coro di Sì all’obbligo vaccinale. L’assessore della Regione Lazio: “Abbiamo 400mila persone non vaccinate”. In Liguria su 30 pazienti in terapia intensiva 24 sono No Vax.