Non c’è crisi per le vacanze. Sono 30 milioni gli italiani in vacanza: +8,6% rispetto al 2014. Per un giro d’affari di 18,3 miliardi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 30 milioni gli italiani in vacanza. La percentuale fa segnare un netto aumento rispetto al 2014 con un +8,6%. Nell’81% dei casi (quasi 25 milioni) rimarranno in Italia, mentre nel 19% dei casi (oltre 5 milioni) andranno all’estero. Il giro d’affari è di 18,3 miliardi rispetto ai 17 del 2014 (+7,7%). Dati che emergono da un’indagine di Federalberghi. La spesa stimata (comprensiva di viaggio, vitto, alloggio e divertimenti) è di 786 euro (rispetto ai 790 del 2014). Tra le tipologie di soggiorno scelte l’albergo rimane il leader incontrastato. Aumenta anche la percentuale di stranieri presenti sul territorio italiano: +2,5%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA