Nonostante il disgelo, Putin torna a provocare gli Stati Uniti. I caccia russi hanno sorvolato i cieli della California per augurare “buona festa dell’Indipendenza”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sorpresa nei cieli della California. Lo scorso 4 luglio, alcuni caccia russi avrebbero sorvolato gli Stati Uniti apparentemente per augurare “buona festa dell’Indipendenza” agli Usa. Ma al Pentagono è scattato l’allarme. Nonostante il disgelo tra Obama e Putin dopo i patti con l’Iran per il nucleare, la tensione è sempre alta tra Washington e Mosca. I caccia russi Tu-95 dopo essersi avvicinati a poche decine di miglia dalla California sono stati intercettati dai radar statunitensi. L’aviazione americana avrebbe poi ascoltato anche un messaggio da parte dei russi in un canale di emergenza usato proprio dai piloti russi: “Buongiorno piloti americani, siamo qui per augurarvi buon 4 luglio”, sarebbe questo il messaggio captato. Intanto è emerso un altro retroscena. La mattina del 4 luglio Putin avrebbe chiamato Obama per fare gli auguri al presidente Usa per il 4 luglio. Di certo una spedizione aerea è stato un modo molto curioso per farlo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA