Nunzia vobis processo! La De Girolamo rinviata a giudizio per concussione. Avrebbe pilotato nomine e appalti all’Asl di Benevento

dalla Redazione
Cronaca

La parlamentare di Forza Italia Nunzia De Girolamo è stata rinviata a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sull’Asl di Benevento. A deciderlo è stao il gup Roberto Melone. La richiesta di processo nei suoi confronti era stata formulata dal Procuratore di Benevento Giovanni Conzo e dal sostituto Nicoletta Giammarino sulla scorta delle indagini della Guardia di Finanza. L’inizio deI dibattimento è stato fissato per il 3 novembre prossimo.

Ma la De Girolamo non è l’unica che andrà a processo. Con la parlamentare a giudizio anche Felice Pisapia, ex direttore amministrativo dell’Asl, Michele Rossi, Gelsomino Ventucci, all’epoca direttore generale e sanitario dell’Azienda, Arnaldo Falato, ex responsabile budgeting dell’Asl, Giacomo Papa e Luigi Barone, collaboratori della De Girolamo, e il sindaco di Airola Michele Napoletano.

Le accuse vanno a vario titolo dall’associazione per delinquere, alla concussione e all’utilità per ottenere il voto elettorale.

Alla base dell’inchiesta le intercettazioni di Pisapia che aveva captato con un registratore le conversazioni, a casa del padre della De Girolamo, considerate un condizionamento dell’attività di gestione all’Asl di Benevento. Secondo il teorema dell’accusa la De Girolamo fu organizzatrice e promotrice di un “direttorio politico-partitico” tramite il quale orientò nomine, appalti e clientele dell’Asl di Benevento secondo logiche di potere e di tornaconto elettorale.