Nuova frenata per Piazza Affari: -1,46%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Brutta giornata per Milano. E nn si parla di meteo, visto che Piazza affari ha chiuso con un 1,46%.
Nel corso dell’8 aprile hanno prevalso i realizzi. Bene Campari che ha registrato un rialzo dello 0,16% ed Exor ha difeso le posizioni (inv), nonostante Fiat abbia lasciato sul parterre lo 0,9%. Fuori dal paniere principale oggi si sono svegliate le Espresso (+3,7%), nell’attesa dell’accordo con Telecom Italia Media per mettere assieme i multiplex delle due aziende (ogni societa’ mettera’ due multiplex). Sono invece andate giu’ le TiMedia (-6,1%), che pero’ si erano infiammate ieri. Italmobiliare evidenzia un progresso del 6%, nel giorno in cui la societa’ ha perso il pieno controllo di Italcementi (-3,9%). Gli azionisti di Italcementi hanno infatti varato la conversione delle risparmio in ordinarie e cio’ comportera’ una diluizione della holding di controllo da oltre il 60% al 45% circa. La finanziaria della famiglia Pesenti, comunque, continua a essere sostenuta anche dalla notizia che nei giorni scorsi ha venduto lo 0,64% di Mediobanca scendendo all’1,97%. Rcs ha perso oltre il 4% nell’attesa di novita’ sulla direzione del Corriere della Sera

Nel resto d’Europa Parigi ha perso lo 0,25%, Francoforte lo 0,21% e Londra lo 0,49%. Madrid ha accusato un ribasso dell’1,19%. A Parigi Bouygues e’ salita dell’1,34%, sull’ipotesi che l’azienda stia per cedere la controllata di tlc a Iliad (+0,7%), dopo aver perso la battaglia per il controllo su Sfr venduta da Vivendi (-3,25%) a Numericable (+1,29%). A Madrid eDreams Odigeo nel giorno del debutto ha chiuso in calo del 3,8% rispetto al prezzo di collocamento (i titoli hanno terminato a 9,81 euro). La societa’ e’ pero’ la piu’ grande societa’ in Europa di commercio elettronico, con una capitalizzazione di 1,1 miliardi di euro.

L'editoriale
di Gaetano PedullĂ 

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua Âť
TV E MEDIA