Nuova frenata per Piazza Affari: -1,46%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Brutta giornata per Milano. E nn si parla di meteo, visto che Piazza affari ha chiuso con un 1,46%.
Nel corso dell’8 aprile hanno prevalso i realizzi. Bene Campari che ha registrato un rialzo dello 0,16% ed Exor ha difeso le posizioni (inv), nonostante Fiat abbia lasciato sul parterre lo 0,9%. Fuori dal paniere principale oggi si sono svegliate le Espresso (+3,7%), nell’attesa dell’accordo con Telecom Italia Media per mettere assieme i multiplex delle due aziende (ogni societa’ mettera’ due multiplex). Sono invece andate giu’ le TiMedia (-6,1%), che pero’ si erano infiammate ieri. Italmobiliare evidenzia un progresso del 6%, nel giorno in cui la societa’ ha perso il pieno controllo di Italcementi (-3,9%). Gli azionisti di Italcementi hanno infatti varato la conversione delle risparmio in ordinarie e cio’ comportera’ una diluizione della holding di controllo da oltre il 60% al 45% circa. La finanziaria della famiglia Pesenti, comunque, continua a essere sostenuta anche dalla notizia che nei giorni scorsi ha venduto lo 0,64% di Mediobanca scendendo all’1,97%. Rcs ha perso oltre il 4% nell’attesa di novita’ sulla direzione del Corriere della Sera

Nel resto d’Europa Parigi ha perso lo 0,25%, Francoforte lo 0,21% e Londra lo 0,49%. Madrid ha accusato un ribasso dell’1,19%. A Parigi Bouygues e’ salita dell’1,34%, sull’ipotesi che l’azienda stia per cedere la controllata di tlc a Iliad (+0,7%), dopo aver perso la battaglia per il controllo su Sfr venduta da Vivendi (-3,25%) a Numericable (+1,29%). A Madrid eDreams Odigeo nel giorno del debutto ha chiuso in calo del 3,8% rispetto al prezzo di collocamento (i titoli hanno terminato a 9,81 euro). La societa’ e’ pero’ la piu’ grande societa’ in Europa di commercio elettronico, con una capitalizzazione di 1,1 miliardi di euro.