“Il Governo va avanti e non segue il calendario elettorale”. Nuova stoccata di Draghi a Salvini. Il premier ribadisce che non toccherà le case degli italiani né aumenterà le tasse

MARIO DRAGHI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il governo va avanti, la sua azione non può seguire il calendario elettorale ma il calendario di riforme che è stato negoziato con la Commissione Europea per il Pnrr”. È quanto ha detto il premier, Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa dopo il Vertice UE-Balcani occidentali (qui il video), in corso a Brdo, in Slovenia.

Rispondendo alle domande dei giornalisti, il premier è tornato sulla riforma del catasto, rassicurando: “Non c’è una patrimoniale. Ma non è meglio fare luce ed essere trasparenti? Intanto facciamo chiarezza, abbiamo deciso che non si tocca nulla e tutti continueranno a pagare come oggi. Questa revisione prende 5 anni”.

“Questo governo non tocca le case degli italiani – ha aggiunto Draghi -, ho detto fin dall’inizio che non avrei aumentato le tasse, sono passati 7 mesi e non l’abbiamo fatto, anche se qualche richiesta l’abbiamo avuta. Un po’ di credibilità l’abbiamo acquisita. Questo governo non aumenterà le tasse”.

Poi un commento alle dichiarazioni del leader della Lega Matteo Salvini (leggi l’articolo), per il quale il Carroccio non uscirà dall’esecutivo: “Avevo detto che avrebbe spiegato Salvini, oggi ha detto che” il governo “non è in discussione. Poi ci vedremo nei prossimi giorni”.

Leggi anche: Su Fisco e Discoteche volano gli stracci tra Draghi e Salvini. “La capienza al 35%? È una presa in giro. La casa degli italiani non si tocca e non si tassa. Oggi e domani dalla Lega un secco No”.