Nuova strage in Pakistan. Un commando di talebani attacca un bus di sciiti. Quarantatrè morti nella metropoli di Karachi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un commando di uomini armati è salito su autobus che trasportava musulmani della minoranza sciita ismailita nella metropoli pachistana di Karachi: gli assalitori hanno iniziato a sparare alla testa dei passeggeri, assicurandosi di ucciderne il maggior numero possibile. È la cronaca di un altro giorno di sangue in Pakistan, una nuova strage degli innocenti rivendicata dai talebani pakistani. Il bilancio delle vittime è pesantissimo: si parla di almeno 43 morti. Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli attacchi contro la minoranza sciita che rappresenta circa il 20% della popolazione del Pakistan. Solo a fine gennaio, un attentato messo a segno durante la preghiera del venerdì contro una moschea sciita aveva fatto oltre 60 morti nella piccola città di Sind.