Nuovo record di contagi. Diecimila in 24 ore e con meno tamponi. Le vittime sono 55, in calo rispetto a ieri. In Lombardia il 25 per cento dei casi

dalla Redazione
Cronaca

Nuovo record di contagi da Coronavirus nelle ultime 24 ore. Secondo il bollettino giornaliero del ministero della Salute i nuovi casi sono 10.010 (+1.206 rispetto a ieri) a fronte di un numero inferiore di tamponi (150.377 contro i 162.932 del 15 ottobre). Rispetto a ieri si registra, tuttavia, un calo dei decessi: 55 (-28). La Regione con il maggior numero di casi è la Lombardia (+2.419), seguita dalla Campania (+1.261) e dal Piemonte (+821). Il numero degli attualmente positivi sale a 107.312 (+8.046) di cui 6.178 ricoverati con sintomi (+382) e 638 in terapia intensiva (+52). I pazienti al momento in isolamento domiciliare, asintomatici o con sintomi lievi, sono 100.496. Quelli guariti o dimessi sono 1.908 in più rispetto a ieri.

“C’è un problema serio, non dobbiamo nasconderlo ma ci sono istituzioni, scienziati che stanno lavorando. Facciamo le cose per bene” ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, facendo il punto sull’epidemia. “Il virus continua a circolare – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo – i numeri crescono e ci aspettano ancora giorni che non sono semplici. Avremmo bisogno di recuperare quel grande spirito di unità, di determinazione, di coesione che ci ha accompagnato nei giorni più drammatici e ci ha consentito di piegare questa curva”.

Un trend che preoccupa anche l’Oms: “La settimana scorsa – ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, il numero di casi di Covid-19 registrati in Europa è stato quasi 3 volte più alto rispetto al picco di marzo. Sebbene il numero di decessi segnalati in Europa la scorsa settimana sia molto inferiore rispetto a marzo, i ricoveri sono in aumento e molte città – ha concluso il numero uno dell’Oms – riferiscono che raggiungeranno la capacità dei letti di terapia intensiva nelle prossime settimane”.