Nuvole nere per la nuova Alitalia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’alleanza tra Alitalia ed Etihad prevede 2.200 esuberi strutturali. Lo ha ribadito l’amministratore delegato dell’Alitalia, Gabriele Del Torchio, a margine del Rapporto annuale dell’Enac. Esclude che si possa ricorrere a percorsi di cassa integrazione o contratti di solidarietà: «Naturalmente bisognerà trovare le forme di tutela sociale per persone che purtroppo devono uscire dell’azienda» ha commentato, anticipando che la compagnia aera dovrà affrontare un processo di ristrutturazione «complesso, faticoso e doloroso: non ci sono alternative, ne va della sopravvivenza di 11 mila e passa persone che resteranno».

Intanto per quanto riguarda il debito dell’azienda e gli accordi con Etihad si sta lavorando con le banche: «Siamo molto avanti, verrà chiesto loro un sacrificio» ha ribadito spiega l’ad di Alitalia, puntando a un via libera già venerdì prossimo in cda al progetto preliminare concordato con Etihad.