Omicron 5, casi in salita in Italia: sintomi e durata della nuova variante

Omicron 5: nelle ultime ore sono stati registrati diversi casi dell'ultima variante del Covdi. Preoccupazione in vista dell'estate.

Omicron 5: in Italia la nuova variante sta circolando e causando molti contagi. C’è molta preoccupazione soprattutto dal momento che sono state diminuite le restrizioni riguardo le mascherine.

Omicron 5, casi in salita in Italia: sintomi e durata della nuova variante

Omicron 5, casi in salita in Italia

La nuova variante del Covid, Omicron 5 pare essere più contagiosa e si sta diffondendo molto anche in Italia. L’allerta sulla presenza della sottovariante BA.5 era stata lanciata a metà maggio dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc).

Boom di contagi si sono verificati ad esempio a Milano e Roma. Nelle ultime ore, solo nella Regione Lazio sono stati registrati oltre tremila contagi in più. La nuova variante secondo le ultime analisi si trova ad almeno il 13% di prevalenza.

Sintomi e durata della nuova variante

«Si tratta di una variante più contagiosa, ma i sintomi delle infezioni legate a essa sono più lievi», ha spiegato Fabrizio Pregliasco, virilogo dell’Università degli Studi di Milano. «I primi dati indicano che tende a replicarsi nelle prime via aeree. I sintomi sembrano quindi essere molto simili a quelli di un raffreddore. Ma questo non vuol dire – continua – che non possa causare forme più gravi, ma sembra essere meno probabile».

Dunque, i sintomi sono rappresentati soprattutto da  raffreddore e forte mal di gola (caratterizzato da dolore alla faringe), due effetti che erano meno evidenti nelle infezioni date dagli altri virus Sars-CoV-2. Si osserva, inoltre, una minore incidenza dei disturbi di gusto e olfatto, mentre la febbre può essere elevata e accompagnata da dolori muscolari e delle articolazioni e sembra che l’infezione duri qualche giorno in più.

Leggi anche: Superbonus 110 ultime notizie: cosa succede a chi ha già iniziato i lavori

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram