L’Oms lancia l’allarme. La variante inglese del Covid-19 dilaga in 22 Paesi Ue. E’ necessario intensificare le misure sanitarie

Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La pandemia di coronavirus non risparmia l’Europa e il resto del mondo. A livello globale, sono oltre 87,5 milioni i casi di Covid-19 e quasi 1,9 milioni i morti, con gli Usa che restano il Paese ampiamente più colpito con oltre 21 milioni di infezioni confermate e più di 362mila decessi. L’Oms, alla luce della variante inglese ad oggi rilevata in 22 Paesi in Europa, parla di situazione “allarmante” ed esorta gli Stati a intensificare le misure sanitarie. Una delle situazioni più delicate è in Germania, con la cancelliera Angela Merkel che avverte: “Ci aspettano ancora i mesi più duri della pandemia”. Tuttavia, grazie ai vaccini c’è in parallelo “un po’ di speranza”. Su questo fronte la Bayer ha firmato un accordo di collaborazione con l’azienda biofarmaceutica tedesca, CureVac NV.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA