Open Fiber rilancia il progetto con Tiscali per la fibra domestica. I servizi ultrabroadband raggiungeranno 271 città

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Open Fiber e Tiscali, di cui è appena tornato amministratore delegato il fondatore Renato Soru, hanno esteso la partnership strategica per la diffusione in Italia dei servizi ultrabroadband in modalità Fiber To The Home (FTTH), la rete in fibra ottica che arriva direttamente nelle abitazioni e negli uffici e che Open Fiber sta realizzando sull’intero territorio nazionale. Con la tecnologia Fiber To The Home, l’intera tratta dalla centrale telefonica all’abitazione o all’ufficio del cliente è in fibra ottica e consente il massimo delle prestazioni, con velocità fino a 1 Gigabit al secondo. L’ampliamento dell’accordo, già operativo in oltre 50 città e aree metropolitane – fra le quali Milano, Bologna, Torino, Cagliari, Perugia, Sassari, Napoli, Palermo, Catania, Bari, Genova, Venezia, Padova, Monza, Siracusa e Firenze – estende la disponibilità dei servizi Tiscali UltraFibra Giga finora commercializzati. Per Elisabetta Ripa (nella foto), Ad di Open Fiber, “l’estensione dell’accordo con Tiscali conferma la validità del progetto”. La rete a 1 Gbps sarà operativa in oltre 150 città entro fine 2019 per raggiungere l’obiettivo inizialmente prefisso di 271 centri urbani entro il 2023.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA