Ospedale a ferro e fuoco nel Bronx. Sparatoria in corsia a New York, l’ex medico entra e spara: un morto e cinque feriti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una donna morta e cinque feriti, di cui tre in condizioni critiche. È questo il bilancio di una sparatoria avvenuta ieri all’interno dell’ospedale Lebanon Hospital Center nel Bronx, a New York. Ad aprire il fuoco è stato Henry Bello, che si è poi suicidato. Era stato un medico dell’ospedale.

La polizia lo aveva descritto come alto e magro; indossava un camice da laboratorio con un cartellino identificativo. La sparatoria è avvenuta tra il 16esimo e il 17esimo piano dell’ospedale, un centro importante per la metropoli americana. Là almeno tre medici sono stati colpiti. Accanto al corpo di Bello è stato rinvenuto quello di una donna. L’Fbi di New York ha escluso per il momento che si sia trattato di terrorismo. Non è la prima volta che in un ospedale d’America ci sono sparatorie.

Una risale al gennaio 2015, quando un membro della famiglia di un paziente ha sparato e ucciso un cardiologo prima di suicidarsi al Brigham and Women’s Hospital in Boston. Lo scorso luglio in Florida un uomo è entrato nella stanza di un paziente e ha aperto il fuoco strappando la vita a una donna anziana e a una dipendente dell’ospedale

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA