Padova, corruzione e appalti: ex deputato Pdl nei guai. Arrestati 5 dipendenti pubblici e 3 imprenditori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Questa mattina la guardia di finanza ed i carabinieri di Padova, al termine di un’indagine durata più di 2 anni, hanno arresto cinque dipendenti pubblici e tre imprenditori per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, nell’ambito dell’operazione ‘Pantano’. Coinvolto un ex deputato Pdl (Filippo Ascierto è indagato), funzionari del Comune, della Provincia, dell’Ater (Azienda territoriale edilizia residenziale), un ufficiale dell’esercito e numerosi imprenditori edili. Oltre 100 i finanzieri e carabinieri impiegati nelle 40 perquisizioni a carico dei 30 indagati. Le indagini hanno permesso di ricostruire, passando al setaccio contratti, bandi di gara, appalti e aggiudicazioni varie banditi negli ultimi cinque anni dagli enti coinvolti, una vasta rete di relazioni, contatti, amicizie e connivenze finalizzate ad aggiudicarsi appalti di ristrutturazione edilizia di scuole e caserme dell’esercito. Dietro il pagamento di denaro contante, cene, viaggi, ricambi di autovetture e ristrutturazione ad abitazioni private, i dipendenti pubblici favorivano imprenditori amici nell’aggiudicazione delle gare.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA