Pannelli solari diventano solidali: cosa significa e come funzionano

Pannelli solari diventano solidali: ecco in cosa consiste l'iniziativa che ha come obiettivi l'ambiente e le famiglie in difficoltà.

Pannelli solari diventano solidali: l’iniziativa è partita e cercherà di abbracciare quante più persone possibili. Gli obiettivi sostanzialmente sono due: migliorare l’ambiente ed aiutare le famiglie in difficoltà economica.

Pannelli solari diventano solidali: cosa significa e come funzionano

Pannelli solari diventano solidali: cosa significa

L’Unione Europea ha in mente di introdurre in modo graduale l’obbligo di installare pannelli fotovoltaici su tutti gli edifici entro il 2025. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Proponiamo di rendere obbligatori i pannelli solari per gli edifici commerciali e pubblici entro il 2025 e per i nuovi edifici residenziali entro il 2029. Sappiamo che quanto l’Europa agisce insieme ha più influenza”.

Nel frattempo, sono nati i panelli solari solidali. Legambiente ed Enel X hanno lanciato una campagna di crowfunding #unpannelloinpiù per dare alle famiglie in difficoltà la possibilità di mettere sul proprio balcone il pannello e risparmiare energia. Secondo i dati dell’Osservatorio italiano sulla povertà energetica infatti circa 4 milioni di famiglie italiane spendono più del 10% del loro reddito per pagare i servizi energetici di base.

“Con la campagna #UnPannelloInPiù che ci vede al fianco di Enel X – dichiara Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente vogliamo offrire una risposta concreta al caro bollette e alle disuguaglianze sociali. Negli ultimi mesi il tema dell’aumento delle bollette e il conflitto in corso tra Russia e Ucraina hanno generato molta preoccupazione soprattutto per le famiglie che non godono di un reddito elevato. Dare alle famiglie un contributo economico per pagare la bolletta sarebbe una soluzione risolutiva nel breve termine. Per questo è fondamentale, da un lato, che il governo acceleri lo sviluppo delle fonti rinnovabili per sostituire le fossili, velocizzi l’autorizzazione di grandi impianti industriali e definisca delle regole per realizzare le comunità energetiche. Dall’altro lato è importante dare ai cittadini anche una soluzione di welfare strutturale con strumenti per l’autoproduzione da energie rinnovabili e in grado di portare benefici duraturi, sia dal punto di vista economico e sociale che di salvaguardia dell’ambiente, contrastando anche la povertà energetica che già prima della pandemia riguardava oltre 2,2 milioni di famiglie nel nostro Paese”. 

Come funzionano

Dunque, sostanzialmente l’iniziativa mira a migliorare l’ambiente aiutando le famiglie in difficoltà economica. L’istallazione dei pannelli solari solidali da balcone dipende dai contributi che arriveranno.

Quindi, sostenendo l’iniziativa sarà possibile contribuire all’acquisto di pannelli fotovoltaici da appartamento per aiutare le famiglie in difficoltà a ridurre la spesa dei consumi in bolletta: cliccando sul link sostieni.legambiente.it si può donare con PayPal o carta di credito una cifra compresa tra 1/30 di pannello solare (10 euro) e un intero pannello solare (325 euro), oppure un importo a scelta.

Legambiente ed Enel X  fanno sapere che ogni pannello donato contribuisce a ridurre:

  • dal 15 al 25% la spesa energetica per le famiglie che ne hanno più bisogno
  • la dipendenza dai combustibili fossili
  • le emissioni di anidride carbonica di 145 kg l’anno.
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram