Partenza lenta delle Borse europee

Dalla Redazione
Economia

Dalla Redazione

Partenza guardinga per i listini europei che oggi saranno concentrati sulle indicazioni che arriveranno dalle riunioni della Bank of England e della Bce. Anche se da entrambe non sono attese mosse sui tassi di interesse sono i segnali sul futuro a breve termine e su come affrontare la congiuntura economica a tenere in apprensione i mercati.

Dopo la buona performance di ieri, i principali indici si posizionano pertanto in lieve correzione: piatta Londra, -0,3% per Francoforte e Parigi, -0,15% per il milanese Ftse Mib. Un report sul settore lusso rilasciato dagli analisti di Hsbc spinge Moncler (+1,25%), grazie alla raccomandazione ai clienti di incrementare l’esposizione sul titolo, mentre indebolisce Tod’s (-1,1%).

Positiva la reazione di Fiat (+0,5%) alla comunicazione ufficiale che i recessi degli azionisti sull’operazione Chrsyler sono inferiori alla soglia-limite prevista da Fiat e pertanto non ostacoleranno il proseguimento dell’operazione. Timido rialzo per Parmalat (+0,5%) che ha annunciato l’acquisto della divisione casearia della brasiliana Brf. Sul mercato valutario, euro trattato a 1,3138 dollari (1,3152 ieri sera) e a 137,83 (137,81). Dollaro/yen a 104,92 (104,78). Petrolio in calo dello 0,8% a 94,73 dollari al barile.