Portogallo in fiamme. Incendio nei boschi intorno a Pedrógão Grande: oltre 60 morti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Portogallo conta le vittime del maxi incendio che si è sviluppato sabato intorno alla cittadina di Pedrógão Grande. Finora sono almeno 62 le vittime accertate vicino la cittadina che si trova al centro del Portogallo a circa 150 chilometri da Lisbona.

Le vittime sarebbero, per la maggior parte, gli automobilisti rimasti bloccati lungo la strada tra Figueiro dos Vinhos e Castanheira de Pera. L’inalazione di fumo all’interno delle loro automobili gli sarebbe stata fatale. Anche 59 i feriti e vigili del fuoco intossicati.

L’incendio cominciato sabato è quello che ha causato in Portagallo il maggior numero di morti. Più del doppio in più rispetto al rogo che nell’estate 2003 uccise una ventina di persone. Il bilancio dell’incendio cominciato ieri è ancora provvisorio visto che ci sono ancora roghi da spegnere. Sono state distrutte anche alcune case nella zona. Ancora non sono note le cause che hanno fatto alzare le fiamme che poi si sono propogate in maniera così distruttiva. Il caldo ha fatto sicuramente la sua parte, visto che in questi giorni in alcune zone del Portogallo si sono toccati i 40 gradi e gli incendi sono stati numerosi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA