Piazza Affari apre in perdita (-0,51). Male Unicredit, Bper, Ubi e Banco Bpm. Lo spread tra Btp e Bund torna a quota 293 punti base

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A Piazza Affari, dopo l’avvio in lieve rialzo (0,07%), l’indice Ftse Mib segna -0,51% e 19.164 punti.  Attenzione puntata ancora sulla trattativa tra governo e Ue sulla manovra di bilancio. Negativi i titoli bancari: Unicredit (-0,79%), Bper (-2,7%), Ubi (-1,9%) Banco Bpm (-1,6%). Bene, invece, Intesa Sanpaolo (+0,32%) e Generali (+0,17%). Eni ed Enel, rispettivamente a -0,48 e +0,55, Luxottica (-0,71%), Telecom Italia (-0,35%), Mediaset (+0,11%), Fca (+0,58%), Ferrari (-0,77%), Leonardo (+0,42%). Anche lo spread tra Btp e Bund risale a 293 punti dopo essere sceso a quota 289 e dopo aver chiuso ieri a 291 punti. I listini del Vecchio Continente pressoché tutti al palo: Londra (-0,07%), Parigi e Francoforte (entrambi -0,19%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA